Dialogue

Vocabulary

Learn New Words FAST with this Lessonโ€™s Vocab Review List

Get this lessonโ€™s key vocab, their translations and pronunciations. Sign up for your Free Lifetime Account Now and get 7 Days of Premium Access including this feature.

Or sign up using Facebook
Already a Member?

Lesson Notes

Unlock In-Depth Explanations & Exclusive Takeaways with Printable Lesson Notes

Unlock Lesson Notes and Transcripts for every single lesson. Sign Up for a Free Lifetime Account and Get 7 Days of Premium Access.

Or sign up using Facebook
Already a Member?

1 Comment

Hide
Please to leave a comment.
๐Ÿ˜„ ๐Ÿ˜ž ๐Ÿ˜ณ ๐Ÿ˜ ๐Ÿ˜’ ๐Ÿ˜Ž ๐Ÿ˜  ๐Ÿ˜† ๐Ÿ˜… ๐Ÿ˜œ ๐Ÿ˜‰ ๐Ÿ˜ญ ๐Ÿ˜‡ ๐Ÿ˜ด ๐Ÿ˜ฎ ๐Ÿ˜ˆ โค๏ธ๏ธ ๐Ÿ‘

ItalianPod101.com Verified
Thursday at 06:30 PM
Pinned Comment
Your comment is awaiting moderation.

La famiglia della Scala La famiglia della Scala o famiglia scaligera fu una dinastia che governò sulla città di Verona per centoventicinque anni, dal 1262 al 1387. Fu con Mastino I che la città veneta cambiò la sua struttura politica da Comune medioevale a Signoria in forma non traumatica, anche se l'effettivo passaggio avvenne con il fratello di Mastino, Alberto. La Signoria raggiunse l'apice della sua importanza e fama durante il regno di Cangrande. I primi membri della famiglia della Scala erano a Verona dal XI secolo, discendevano forse dai nobili di “Scalemburg” o, da Jacopo Fico, di professione fabbricante di scale. Il potere reale era soprattutto in mano ai capi delle Arti, mentre i feudatari non avevano alcun potere, poiché esclusi per statuto cittadino da tutte le cariche politiche. L’accentramento del potere fu favorito dal grande potere che aveva la classe mercantile, della quale la famiglia della Scala faceva parte. Cangrande della Scala fu un signore illuminato e rispettato; egli ospitò Dante (che era stato esiliato da Firenze) nella reggia fatta allestire apposta per i grandi rifugiati politici, gli scienziati, poeti e artisti di talento che Cangrande coprì generosamente di denaro e doni. Dante dedicò a Cangrande una menzione d'onore nel canto XVII del Paradiso nella Divina Commedia: Dante sperava che questo principe valoroso e potente potesse realizzare l'unificazione italiana. Per via di vincoli di parentela con Ludovico il Bavaro, Verona divenne una sorta di protettorato. Ironicamente, i monumenti più importanti per i quali gli Scaligeri sono ricordati vennero costruiti durante il periodo del loro declino militare e politico: Castelvecchio, il Ponte di Castelvecchio, le Arche scaligere. Antonio della Scala, il discendente di Cangrande che Dante indicò tra i grandi uomini della penisola, fece assassinare nel 1381 il fratello per poter governare Verona da solo. Egli accusò i Malaspina, i Nogarola (da sempre amici di famiglia) ed i Bevilacqua dell’omicidio, queste famiglie si rifugiarono a Milano. Essi incitarono i Visconti a portare guerra ad Antonio della Scala. L'esercito veronese combatté due grandi battaglie, tra le più grandi di quel tempo, prima della sconfitta definitiva.