Dialogue

Vocabulary

Learn New Words FAST with this Lesson’s Vocab Review List

Get this lesson’s key vocab, their translations and pronunciations. Sign up for your Free Lifetime Account Now and get 7 Days of Premium Access including this feature.

Or sign up using Facebook
Already a Member?

Lesson Notes

Unlock In-Depth Explanations & Exclusive Takeaways with Printable Lesson Notes

Unlock Lesson Notes and Transcripts for every single lesson. Sign Up for a Free Lifetime Account and Get 7 Days of Premium Access.

Or sign up using Facebook
Already a Member?

Lesson Transcript

Gambettola, piccolo comune romagnolo
Il comune di Gambettola è un piccolo paese di nemmeno 10,000 abitanti che si trova tra le città di Cesena e Savignano sul Rubicone, le cui origini risalgono probabilmente al tempo dei Romani. Viene anche chiamata “il bosco”, forse dal nome di Villa Bosco appartenuta ai Malatesta o per il fatto che in tempi non troppo lontani un bosco si trovava nelle sue vicinanze.
Nonostante le sue modeste dimensioni, che non raggiungono infatti i 10 km, la storia di questa città è piena di curiosità. Una figura tipica di Gambettola è lo Strazzer de’ Bosch, lo straccivendolo del bosco, ovvero un uomo che viaggiava per la Romagna per comprare e rivendere stracci e pelli di coniglio. Gambettola era la base degli straccivendoli, a cui è stata anche dedicata una statua in bronzo nel centro della città, per commemorare questa antica forma di commercio, che risale al XIX secolo.
Un personaggio famoso connesso a questo paese è Federico Fellini, che ha passato la maggior parte della sua infanzia nella casa dei nonni nella campagna gambettolese. Casa Fellini, come viene chiamata dai gambettolesi, compare in molti suoi film ed è ancora esistente e inoltre è attualmente parte di un progetto di recupero del gruppo culturale cittadino.
Gambettola è anche chiamata la “Capitale del ferro vecchio”; dopo la Seconda Guerra Mondiale, è diventata il centro di raccolta e riciclo di materiali ferrosi, che ancora oggi arrivano da tutte le regioni d’Italia per lo smaltimento.
Dal punto di vista commerciale, si avverte una simbiosi tra tradizione e progresso- da una parte troviamo le antiche botteghe di tele stampate, prodotti per la casa in lino e cotone stampati a mano con matrici in legno impregnate di colore, dal tradizionale ruggine al blu e al verde. Dall’altra parte, la città è sede della Technogym, azienda leader a livello mondiale nella produzione di attrezzi per il fitness.
Ospita inoltre alcuni eventi famosi come la Mostrascambio e i Corsi Mascherati di Primavera. Il primo è un mercatino di oggettistica usata e d’antiquariato che si svolge due volte l’anno, il primo weekend di maggio e il primo di settembre. Composta da più di 700 stand, qui si possono trovare tutti i tipi di oggetti del passato, oltre ad automobili e moto d’epoca, veicoli militari e pezzi di ricambio introvabili. Gambettola è anche una tappa della Mille Miglia, famosa gara di auto d’epoca.
I Corsi Mascherati di Primavera si svolgono il Lunedì di Pasqua e la domenica successiva, quando carri decorati con materiali di recupero sfilano nel centro della città, ciascuno con un proprio tema. I figuranti ballano davanti o sopra il carro e lanciano coriandoli, caramelle e uova di Pasqua alla folla. L’evento si chiude con la premiazione del carro più bello e una festa aperta a tutti, dove si può ballare, mangiare e bere fino a notte fonda.

Review Track

1 Comment

Hide
Please to leave a comment.
😄 😞 😳 😁 😒 😎 😠 😆 😅 😜 😉 😭 😇 😴 😮 😈 ❤️️ 👍

ItalianPod101.com Verified
Thursday at 06:30 PM
Pinned Comment
Your comment is awaiting moderation.

Italian: Gambettola, piccolo comune romagnolo Il comune di Gambettola è un piccolo paese di nemmeno 10,000 abitanti che si trova tra le città di Cesena e Savignano sul Rubicone, le cui origini risalgono probabilmente al tempo dei Romani. Viene anche chiamata “il bosco”, forse dal nome di Villa Bosco appartenuta ai Malatesta o per il fatto che in tempi non troppo lontani un bosco si trovava nelle sue vicinanze. Nonostante le sue modeste dimensioni, che non raggiungono infatti i 10 km, la storia di questa città è piena di curiosità. Una figura tipica di Gambettola è lo Strazzer de’ Bosch, lo straccivendolo del bosco, ovvero un uomo che viaggiava per la Romagna per comprare e rivendere stracci e pelli di coniglio. Gambettola era la base degli straccivendoli, a cui è stata anche dedicata una statua in bronzo nel centro della città, per commemorare questa antica forma di commercio, che risale al XIX secolo. Un personaggio famoso connesso a questo paese è Federico Fellini, che ha passato la maggior parte della sua infanzia nella casa dei nonni nella campagna gambettolese. Casa Fellini, come viene chiamata dai gambettolesi, compare in molti suoi film ed è ancora esistente e inoltre è attualmente parte di un progetto di recupero del gruppo culturale cittadino. Gambettola è anche chiamata la “Capitale del ferro vecchio”; dopo la Seconda Guerra Mondiale, è diventata il centro di raccolta e riciclo di materiali ferrosi, che ancora oggi arrivano da tutte le regioni d’Italia per lo smaltimento. Dal punto di vista commerciale, si avverte una simbiosi tra tradizione e progresso: da una parte troviamo le antiche botteghe di tele stampate, prodotti per la casa in lino e cotone stampati a mano con matrici in legno impregnate di colore, dal tradizionale ruggine al blu e al verde. Dall’altra parte, la città è sede della Technogym, azienda leader a livello mondiale nella produzione di attrezzi per il fitness. Ospita inoltre alcuni eventi famosi come la Mostrascambio e i Corsi Mascherati di Primavera. Il primo è un mercatino di oggettistica usata e d’antiquariato che si svolge due volte l’anno, il primo weekend di maggio e il primo di settembre. Composta da più di 700 stand, qui si possono trovare tutti i tipi di oggetti del passato, oltre ad automobili e moto d’epoca, veicoli militari e pezzi di ricambio introvabili. Gambettola è anche una tappa della Mille Miglia, famosa gara di auto d’epoca. I Corsi Mascherati di Primavera si svolgono il Lunedì di Pasqua e la domenica successiva, quando carri decorati con materiali di recupero sfilano nel centro della città, ciascuno con un proprio tema. I figuranti ballano davanti o sopra il carro e lanciano coriandoli, caramelle e uova di Pasqua alla folla. L’evento si chiude con la premiazione del carro più bello e una festa aperta a tutti, dove si può ballare, mangiare e bere fino a notte fonda.